Si dovrà aspettare ancora un po’ perché i tecnici di Redmond hanno individuato il problema ed ora cercano di risolverlo insieme ai tecnici dell’Adobe. Sembra infatti che ci siano problemi di vulnerabilità con Flash Player su IE10.

La versione di Adobe Flash Player usata da Internet Explorer 10 e dai sistemi Windows 8 (che però non sono stati ancora rilasciati nella loro versione ufficiale e definitiva) è difettosa e può comportare problemi di sicurezza che l’azienda di Redmond sta prendendo in grande considerazione.

Per il momento, comunque, non è disponibile una patch dedicata al problema da parte di Microsoft. Chi non è al corrente dei “precedenti” a questo punto si chiederà perché deve provvedere Microsoft all’aggiornamento di un prodotto Adobe.

La risposta è semplice: per Internet Explorer 10, Microsoft ha previsto un’integrazione e un aggiornamento particolare che consente agli utenti di scaricare gli aggiornamenti del plug-in direttamente da Microsoft Update. Non si tratta certo di una novità visto che un sistema analogo è stato messo in campo già da Google Chrome.

Il browser di Google, infatti, integra il plug-in di Adobe e poi prevede l’aggiornamento automatico del software.

Ad ogni modo la patch di Microsoft è in cantiere, si potrà criticare il ritardo nelle operazioni ma va considerato sempre che Windows 8 non è ancora stato rilasciato ufficialmente.