HUG- Tap to donate è la prima app di mobile giving in Italia, creata dalla startup milanese Do Solidale, un team di quattro ragazze milanesi che hanno creato un’app per favorire le donazioni dei privati alle Onlus che garantiscono trasparenza nella gestione dei fondi.

HUG – Tap to donate è l’app che permette di effettuare donazioni alle ONLUS in modo sicuro, veloce e trasparente. Tramite smartphone o tablet si può infatti donare in maniera nuova e lo si può fare in qualunque momento ed in qualunque luogo. Conclusa la donazione si riceveranno aggiornamenti sulla sua realizzazione e sull’impatto sociale. Oggi c’è un modo più consapevole e informato per contribuire a migliorare la vita delle persone.

HUG individua ONLUS che comunicano in maniera trasparente il proprio operato e che sottopongono il bilancio a revisione contabile. HUG identifica ONLUS efficienti dal punto di vista dell’impiego delle risorse, ossia che investono in progetti non meno del 70% dei fondi raccolti. Ogni donazione è sempre un aiuto concreto verso chi ne ha bisogno; sull’app si trovano esclusivamente progetti ben definiti nelle tempistiche di realizzazione e con risultati misurabili.

COME SI DONA?
Aperta l’app, è sufficiente lasciarsi guidare dalla propria sensibilità e scegliere il progetto che si vuole sostenere; bastano poi pochi “tap” per effettuare la donazione dell’importo desiderato. Il piacere di fare del bene non termina nel momento della donazione; il donatore, se lo desidera, sarà aggiornato sulla realizzazione, sull’utilizzo dei fondi e sull’impatto sociale del progetto finanziato. Per garantire la massima trasparenza la donazione è diretta e tracciabile: l’importo donato con carta di credito o PayPal, tramite piattaforma GestPay di Banca Sella, viene infatti accreditato direttamente sul conto della ONLUS, vincolato alla realizzazione del progetto. La donazione beneficia quindi delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente.

HUG è uno strumento pensato per avvicinare al mondo delle donazioni anche i giovani, a strettissimo contatto con la tecnologia mobile e sempre più attenti ai risultati ed all’impatto delle proprie azioni. HUG è la risposta a tutte le persone che vogliono contribuire a migliorare la realtà e il mondo che le circonda, ma che non hanno ancora trovato una modalità di donazione adeguata alle loro esigenze.

L’app è l’opera di una start up tutta rosa milanese, Do Solidale, con uno scopo ben preciso: aumentare le donazioni a favore delle onlus da parte dei privati. L’ultimo report del World Giving Index, presentato a novembre, mette l’Italia dietro alla lavagna: siamo al 72° posto al mondo come generosità verso il prossimo, con appena il 32% della popolazione che dona qualche somma di denaro. HUG ospita solo ONLUS certificate e trasparenti, con un bilancio certificato e con una somma di denaro investita in progetti solidali che arriva almeno al 70% delle donazioni ricevute.

L’applicazione è scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play.

PROGETTI DI RACCOLTA FONDI
Nei primi mesi di attività HUG- Tap to donate è riuscita a chiudere ben 10 progetti di raccolta fondi e ha ora attivi altri sette progetti. Gli interventi in fase di realizzazione grazie all’operato di HUG portano aiuto a: minori che hanno subito gravi maltrattamenti, giovani emarginati che desiderano inserirsi nel mondo del lavoro, malati che necessitano di cure ed assistenza, popolazioni che soffrono per malnutrizione, mamme e bambini che vivono nelle zone meno fortunate del mondo, profughi del conflitto in Medio Oriente. Come? Ristrutturando scuole, case e comunità; garantendo nutrimento, medicinali e protezione; dotando le strutture sanitarie locali di strumentazione adeguata e personale qualificato; promuovendo lo sviluppo sostenibile e l’imprenditorialità femminile. Questo primo traguardo della startup italiana Do Solidale rispecchia una tendenza a livello mondiale. Nel 2015 le donazioni sul web sono cresciute del 9,2%, registrando un’ottima performance dei dispositivi mobili, scelti come strumento preferito da quasi il 14% dei donatori.

“I donatori su HUG contribuiscono alla realizzazione di progetti concreti e se lo desiderano possono “abbracciarli” e venire quindi aggiornati sull’impatto e sui risultati che generano – spiega Alice Corinaldi, Director di Do Solidale, con un passato nella Cooperazione Internazionale e nell’Organizzazione Mondiale della Sanità - Avvicinandomi al mondo digitale, già quando collaboravo in Sud Africa con un’organizzazione non profit, mi sono resa conto che internet può essere di grande supporto al terzo settore rendendo la sua attività più efficiente ed efficace.”

Al fine di mettere a disposizione dei potenziali donatori uno strumento affidabile HUG individua ONLUS che comunicano in maniera trasparente il proprio operato, che sottopongono il bilancio a revisione contabile, ed efficienti dal punto di vista dell’impiego delle risorse, ossia che investono in progetti non meno del 70% dei fondi raccolti. Al raggiungimento di questo traguardo, la chiusura dei primi 10 progetti, hanno partecipato anche Fondazione Mario ed Anna Magnetto, Marsilli spa, Hotel Vecchio Casello, IGI Sgr S.p.a., K Finance srl, Smacco srl.