Anche Huawei starebbe lavorando ad un suo assistente digitale da implementare nei suoi smartphone. L’indiscrezione arriva da Bloomberg che evidenzia come la società cinese abbia messo al lavoro un team di almeno 100 ingegneri per lavorare a questo progetto. Lo sviluppo sarebbe ancora alla fase embrionale ma l’obiettivo appare molto chiaro ed è quello di creare un prodotto che possa rappresentare un’alternativa ai vari Siri, Cortana e Google Assistant.

La mossa di Huawei non deve, comunque, stupire. La società cinese è, oggi, il terzo produttore di smartphone al mondo ed appare abbastanza scontato che voglia colmare il gap con i più diretti rivali. Conoscendo Huawei, inoltre, è lecito aspettarsi un assistente digitale di grande qualità che permetterà agli utenti di effettuare operazioni solamente con l’ausilio della voce.

Sfortunatamente, però, sembra che l’assistente digitale, inizialmente, sarà solamente disponibile per gli utenti cinesi in quanto non andrebbe a supportare altre lingue. Negli altri paesi, Huawei continuerà ad utilizzare Google Assistant o Alexa in attesa che il suo assistente digitale possa parlare anche altre lingue.

In ogni caso, l’idea di partire dal mercato cinese è molto importante non tanto perché è il paese madre di Huawei ma piuttosto perché trattasi di un soluzione che potrebbe risultare molto interessante per una popolazione che non può accedere ai pieni servizi di Google bloccati da scelte governative.

Non noti i tempi di debutto dell’assistente digitale.