Oggi Huawei ha presentato in Francia il nuovo Ascend P7. Per noi Leonardo.it era presente Flavio Piccioni, che di seguito ci racconta quello che ha visto.

Si è appena tenuto presso la Maison de la Mutualitè di Parigi, in Francia, l’evento per il lancio globale di HUAWEI Ascend P7, nuovo smartphone flagship della casa cinese che prosegue il lavoro iniziato lo scorso anno con Ascend P6 migliorandolo sotto tutti gli aspetti.

Dal punto di vista estetico Ascend P7 è sostanzialmente identico al P6: la scocca è sempre un monoblocco in alluminio con profilo arrotondato in basso, e lungo il profilo laterale abbiamo le antenne e i tasti fisici. Notiamo questa volta un tasto di accensione circolare a spezzare la linea regolare del profilo destro, posto fra il bilanciere del volume e gli slot per microSIM e microSD. Altre differenze dal predecessore riguardano la porta microUSB, che qui troviamo in basso, e il jack audio da 3,5mm, che invece è stato riposizionato nella parte alta dello smartphone.

Il display, ricoperto da Corning Gorilla Glass e con tasti on-screen, passa da 4,7 a 5 pollici (Full HD, 1920×1080 pixel, 445 ppi), ed è sempre un pannello IPS con tecnologia IGZO a garantire uno spessore ridotto, alta luminosità e basso consumo energetico oltre a una migliore resa cromatica dei bianchi. Nonostante il maggiore polliciaggio del display le dimensioni complessive del telefono non aumentano di molto: il P7 misura infatti 139,8 x 68,8 x 6,5 millimetri, pesa 124 grammi e si riesce a gestire in modo confortevole con una mano.

All’interno dello smartphone troviamo l’ultima CPU quad-core prodotta dalla stessa HUAWEI, un HiSilicon Kirin 910T composto da quattro processori ARM Cortex-A9 da 1,8GHz e dal processore grafico Mali 450. La memoria RAM è di 2GB mentre la memoria di archiviazione è di 16GB (circa 11GB a disposizione dell’utente) ed è espandibile con microSD fino a 32GB.

Per quanto riguarda le reti mobili sono supportate le reti GSM (850/900/1800/1900 MHz), UMTS (850/900/1900/2100 MHz, con velocità massima di download in HSPA+ di 42Mbps) e 4G LTE Cat4 (800/900/1800/2100/2600 MHz, con velocità massima di download di 150Mbps).

La fotocamera principale ha un sensore da 13 Megapixel con autofocus, BSI, apertura F/2.0 e flash a LED. La fotocamera frontale è invece da ben 8 Megapixel con BSE, lenti grandangolare e funzione per catturare selfie panoramiche ad alta risoluzione. Entrambe sono in grado di registrare video a 1080p e 30fps, sono dotate di tecnologia ImageSmart 2.0 e comprendono varie modalità di scatto fra cui Audio Foto, che permette di aggiungere una breve registrazione vocale alle immagini, ed un filtro bellezza con 10 livelli di miglioramento del viso.

Completano la scheda tecnica il Bluetooth 4.0 con supporto al Bluetooth Low Energy, il WiFi 802.11 b/g/n con DLNA e WiFi Direct, i sistemi di geolocalizzazione A-GPS e GLONASS, l’USB-On-the-Go per collegare allo smartphone chiavette di memoria e periferiche USB, e il Near Field Communication (NFC). La batteria da 2500mAh dovrebbe essere in grado di garantire autonomia sufficiente per arrivare a fine giornata, anche grazie alla nuova modalità di risparmio energetico Super Power Saving Mode e alla Simple UI già introdotta negli altri smartphone della gamma 2014. A bordo di Ascend P7 troviamo l’ultima versione del sistema operativo Android 4.4 KitKat accompagnata dall’interfaccia utente proprietaria Emotion UI, giunta alla versione 2.3 e comprensiva di tutte le funzionalità HUAWEI fra cui profili, temi e l’utilissimo gestore di permessi.

HUAWEI Ascend P7 sarà disponibile a partire dal prossimo mese di giugno nelle colorazioni bianca e nera, ad un prezzo di 399 euro.

Subito dopo la presentazione, che ha visto sul palco il CEO di HUAWEI Device, Richard Yu, abbiamo avuto la possibilità di provare con mano lo smartphone e verificare, seppur di primo acchito, le prestazioni di Ascend P7. Sull’eleganza e l’ergonomia dello smartphone possiamo solo confermare gli ottimi giudizi già espressi per Ascend P6 e Ascend G6, e notare come il produttore si sia indirizzato verso l’utilizzo del design signature per i propri prodotti di fascia alta rivolti al mercato consumer globale.

Android KitKat e la nuova Emotion UI si comportano decisamente bene e rendono il sistema complessivamente fluido e senza alcun lag, merito del veloce processore quad-core progettato ed ottimizzato da HUAWEI. Il software della fotocamera unito ai sensori ottici, dei quali non è stata specificata la produzione ma potrebbero essere Sony Exmor RS come già nel P6, riesce a produrre scatti di buona qualità anche nelle condizioni non ottimali della sala prove messaci a disposizione da HUAWEI.

Anche l’audio musicale, arricchito dal Digital Theater Systems (DTS) ha una buona qualità sia in ascolto diretto con l’altoparlante stereo posizionato sulla parte posteriore dello chassis, sia con l’utilizzo di auricolari.

Meritano menzione la Simple UI e il Super Saving Power Mode, che limitano le funzioni dello smartphone e ne semplificano la veste grafica ma che ci vengono in soccorso qualora ci trovassimo con un livello di batteria molto basso e non avessimo la possibilità di ricaricarla entro breve, garantendoci qualche ora extra di autonomia.

Infine una considerazione sul prezzo di vendita di Ascend P7: HUAWEI ci dimostra nuovamente come uno smartphone di fascia alta e costruito con materiali di qualità elevata possa essere venduto ad un prezzo alla portata di tutti.