Non avevo ancora messo le mani sui nuovi Ascend, ma la scorsa settimana ho avuto l’occasione di farlo al Mobile World Congress e, coincidenza, ho potuto smanettare qualche giorno dopo con uno di un amico che l’aveva un po’ incasinato. La caratteristica migliore degli Huawei sembra essere il rapporto qualità prezzo: gli smartphone della casa cinese hanno un prezzo medio e caratteristiche da top di gamma.

Il particolare che maggiormente mi ha colpito dell’Ascend G660 è che è davvero sottile e maneggevole: nonostante il suo display da 5 pollici (1280×720) lo smartphone pesa una piuma in più dell’iPhone 5S, con uno spessore leggermente superiore (7,85 mm contro 7,6 mm). Huawei mantiene i suoi caratteristici bordi arrotondati e copia un pochino il Samsung Galaxy S5 nella parte alta del display, assottigliandolo però quel quanto che basta a rendere il prodotto più facile da gestire. Rispetto al Galaxy Huawei ha rimosso, in pieno stile Android (a bordo c’è KitKat), tutti i bottoni fisici. I bottoni virtuali ci sono, si trovano nella parte bassa e non all’interno del display, che così viene sfruttato appieno.

Tutti i tre modelli (c’è pure un G615 che mi è sfuggito) della linea G6 hanno la connessione LTE e sfruttano l’interfaccia Emotion UI. Solo la fotocamera lascia un po’ a desiderare con i suoi 5 megapixel, che però si basa sulla stessa tecnologia di Apple con pixel larghi 1,4 μm. La fotocamera frontale è inoltre ottimizzata per i selfie, un tema che abbiamo già visto anche sui nuovi HTC Desire: scatto al suono della tua voce, preview del selfie e 10 ottimizzazioni per ritoccare i volti.

A Barcellona Huawei ha presentato anche i nuovi tablet della linea MediaPad (7 e 10 pollici). In questo caso però il design mi convince poco: se confrontati con gli smartphone i tablet di Huawei perdono decisamente in eleganza e raffinatezza dei dettagli, insomma sanno tanto di già visto, anche se sono fra i più leggeri che abbia provato. Il modello da 7 pollici si potrebbe quasi definire phablet per via del fatto che monta tutte le componenti per telefonare. Quando ho visto uno parlaci come se fosse al telefono vi giuro che sono scoppiato a ridere. Almeno il bluetooth, dai! Curiosamente, la fotocamera in questo caso è da 13 megapixel.