HTC Vive potrà essere utilizzato in modalità wireless dicendo addio alla dipendenza con i cavi che lo collegano al PC. Come noto, i visori per la realtà virtuale di fascia alta, per poter offrire le alte prestazioni che sono in grado di garantire, devono essere collegati via cavo con PC dotati di hardware particolarmente performante. Trattasi di una necessità scomoda che costringe gli utenti a rimanere fermi per non incorrere in “incidenti”. HTC sembra aver risolto questo problema grazie ad un particoalre accessorio che rende libero il suo visore HTC Vive. L’azienda di Taiwan ha, dunque, messo in preordine un accessorio al costo di 220 dollari che permette di tagliare i cavi tra il visore ed il PC facendoli sempre comunicare ma in modalità wireless. Gli utenti, dunque, avranno piena libertà di movimenti.

Questo accessorio presenta piccole dimensioni e va collegato al visore ed è stato realizzato da TPCAS, un’azienda che collabora da tempo con HTC per i suoi prodotti per la realtà virtuale. HTC garantisce, anche, che le prestazioni rimarranno praticamente immutate. Per i giocatori, infatti, il timore è che il collegamento wireless possa creare un ritardo nelle immagini e nell’elaborazione dei dati. L’azenda garantisce che le differenze con l’utilizzo del visore con il cavo sono davvero minime.

Trattasi di un prodotto davvero interessante che potrebbe migliorare sensibilmente l’esperienza d’uso dei visori per la realtà virtuale. Peccato solamente che questo accessorio sia disponibile in pochi pezzi e proprio per questo acquistabile solamente sul mercato cinese. Al momento non sarebbe prevista una sua commercializzazione all’interno dei mercati europei ed americani.