Se un giorno mi avessero detto che qualcuno avrebbe prodotto un phablet con un sensore per le impronte digitali sul retro, avrei riso parecchio. Purtroppo, invece, HTC ha deciso di perseguire questa strada con HTC One Max: sotto la fotocamera infatti questo nuovo handset con display da 5.9 pollici ha un bel quadratone su cui poggiare il proprio dito per fare varie operazioni tra cui ovviamente sbloccare lo smartphone.

Per me questo schermo da 5.9 pollici è veramente troppo grande, anche se comunque dopo aver provato HTC One sono sicuro che la qualità costruttiva sarà al top. La CPU Qualcomm Snapdragon 600 garantisce sicuramente il massimo delle prestazioni, e la fotocamera è la stessa dell’HTC One: una camera da 4 Megapixel con tecnologia Ultrapixel. Con queste premesse, sicuramente l’esperienza utente sarà massima, esattamente come quella del compagno HTC One Mini.

La nota dolente oltre la grandezza del dispositivo, a cui però HTC saprà sicuramente trovare un degno target, è come al solito Sense, che a me non piace: nonostante questo, il sistema operativo alla base di tutto è Android 4.3, e la versione di Sense con cui viene commercializzato il device è HTC Sense 5.5, ovvero l’ultima rilasciata.