HTC crede molto nella realtà virtuale ed in Giappone ha annunciato HTC Link, un visore semiautonomo per la realtà virtuale per il nuovo smartphone HTC U11. Questa particolare definizione li calza proprio a pennello perché rispetto a prodotti similare come il Gear VR si differenzia per alcuni aspetti fondamentali. Lo smartphone è sempre necessario per funzionare ed andrà collegato al visore VR attraverso il cavo. Tuttavia lo smartphone funzionerà solamente come motore di questo visore per la realtà virtuale in quanto all’interno sono già presenti due display AMOLED da 3,6 pollici con risoluzione Full HD (1080 x 1200 pixel) e refresh di 90 Hz.

In questo modo questo visore dovrebbe offrire un’esperienza più simile a quella di un prodotto per PC grazie alla possibilità di garantire un campo visivo ampio circa 110 gradi.

Inoltre, grazie ad una videocamera esterna stereo ed a due controller, questo visore garantisce anche una libertà di movimenti all’interno di uno spazio 2×2. Una batteria da 2800 mAh alimenta il tutto. Trattasi complessivamente di una soluzione che ricalca quella dell’HTC Vive con la differenza che in questo caso il visore non è attaccato al PC ma ad uno smartphone garantendo una maggiore libertà di movimento.

HTC Link sarà al momento un’esclusiva del Giappone in quanto pensato per la versione locale dell’HTC U11. Tuttavia è possibile anche che HTC voglia semplicemente sondare il terreno per capire che successo potrebbe avere un prodotto simile per la realtà virtuale.

Arriverà in commercio verso la fine di luglio.