HTC Exodus è ufficiale e trattasi di un innovativo smartphone, uno dei primi del suo segmento ad essere pensato per la blockchain. L’annuncio, che ha spiazzato gli addetti ai lavori, è arrivato durante l’evento Consensus 2018 che è incentrato tutto proprio sulla blockchain. Il progetto di HTC Exodus si caratterizza per due aspetti principali. Il primo è l’utilizzo di applicazioni decentralizzate mentre il secondo è la sicurezza. Trattasi di strade percorribili solamente utilizzando la tecnologia della blockchain.

Per capire bene il funzionamento di questo innovativo smartphone basti capire che questo prodotto diventerà il baricentro della gestione delle criptmonete e di tutto quanto in futuro supporterà la blockchain. Grazie a specifiche API ed ad uno stack hardware, sarà possibile collegare in totale sicurezza lo smartphone ai wallet. Gli ID e i dati saranno memorizzati in forma sicura direttamente all’interno dello smartphone e non sul cloud.

Attraverso HTC Exodus, l’azienda di Taiwan punta anche a voler aumentare il numero di utenti che utilizzano le applicazioni decentralizzate. HTC è arrivata subito dopo Foxconn nel settore degli smartphone per la blockchain. Tuttavia, le specifiche di HTC Exodus rimangono avvolte nel mistero. La sensazione è che lo smartphone non sia ancora pronto per un vero debutto ufficiale. HTC, infatti, ha condiviso con i partecipanti all’evento solamente alcune immagini illustrative ma nulla di più. Gli interessati possono, comunque, già da ora prenotare questo dispositivo anche se data del debutto e soprattutto il prezzo sono dettagli ancora non comunicati.

Quello che emerge, comunque, è che HTC intenda buttarsi in un settore in pieno fermento che presenta margini di crescita molto interessanti. Phil Chen di HTC, a margine della presentazione di questo prodotto, ha evidenziato che la visione della società è quella di vedere un mondo in cui le persone sono finalmente in possesso dei loro dati senza la necessità di autorità centrali.