HP Sprout è un computer all-in-one con schermo da 23 pollici e un innovativo sistema di gestione degli input che permette di dire definitivamente addio a mouse e tastiera. L’idea di base, infatti, è stata quella di inserire un proiettore per permettere di interagire con contenuti digitali e proiettarli su un tappetino opaco, presente alla base del PC.

Fino ad oggi aziende come Leap hanno realizzato sistemi di gestione degli input in cui l’utente interagisce con le braccia alzate mentre HP Sprout risolve buona parte delle problematiche che riguardano principalmente l’affaticamento e la comodità. Questo computer è basato su processore Intel Core i7–4790S e sarà in vendita, a partire dal 9 novembre, in soli 80 negozi Microsoft Store e Best Buy.

Se analizziamo il sistema di gestione degli input, più in dettaglio, notiamo come il proiettore superiore offra un sistema basato su 4 videocamere che supportano la tecnologia Intel RealSense 3D, una da 14 megapixel, un proiettore HP DLP e una lamppada LED. HP Sprout porta a un altro livello l’interazione uomo-computer, dal momento che il suo compito non riguarda solo la proiezione dei contenuti, ma anche il rilevamento dei movimenti in 2D e 3D.

Sul fronte delle caratteristiche tecniche, oltre ad integrare un processore Intel di ultima generazione, HP Sprout ha una scheda video Nvidia GT–745A, 8GB di RAM, 1 TB di archivio ibrido basato su HDD e SSD, display da 23 pollici IPS Full HD, e connettività Wi-Fi ac.

Realizzare un computer con proiettore integrato e che sia in grado di comprendere i nostri movimenti ha richiesto la collaborazione di aziende come Microsoft, Adobe, 3M, Intel e Texas Instrument. Per il momento non sappiamo quali siano l’effettive potenzialità di un computer di questa tipologia, ma crediamo che possa essere un interessante prodotto ed estremamente utile in molti contesti lavorativi.

Foto da comunicato stampa