Come avevo previsto, HP immetterà due nuovi phablet a basso costo sul mercato indiano: lo Slate6 e lo Slate7 VoiceTab non sono (almeno, per il momento) previsti in Europa o negli Stati Uniti. Non è stato comunicato neppure il prezzo e, quindi, ti starai chiedendo perché la notizia dovrebbe interessarti. Certo, non puoi acquistarli subito… ma non è detto che non arrivino mai in Italia e soprattutto dovresti prestare attenzione al ritorno dell’azienda nel settore degli smartphone. Potrebbe sempre riservare delle gradite sorprese.

L’arrivo dei phablet è previsto per febbraio: montano entrambi due fotocamere che possono registrare dei filmati in alta definizione e hanno un processore quad-core. Sono delle caratteristiche piuttosto ambiziose per un low cost, non trovi? Tuttavia, il mercato indiano è più simile a quello cinese che al nostro e non credo che Meg Whitman voglia proporre dei dispositivi di fascia medio-alta, parlando di prezzi. Sarebbe molto interessante valutare le differenze della ROM (Read-Only Memory) rispetto alla versione stock di Android.

HP aveva criticato il BYOD (Bring Your Own Device) sostenendo che le società dovrebbero affidarsi a un unico brand per i dispositivi da distribuire ai propri impiegati: il problema è che l’azienda non aveva più degli smartphone da consegnare. Il CES 2014 – se avessi avuto dei dubbi – ha chiarito che HP, in affari con Google per la stampa da remoto, ha scelto Android come piattaforma privilegiata sui device per i privati e le imprese. Non c’è traccia di Windows 8 e Microsoft nei piani della Whitman ed è anche questa una notizia.