Hewlett-Packard (HP) ha presentato un nuovo laptop con Chrome OS realizzato per Google: Chromebook 11 è un dispositivo economico, acquistabile a $279 su Play Devices, che ripropone alcune tra le caratteristiche del più ambizioso Pixel. Le dimensioni sono ridotte a 11.6” per una risoluzione da 1366×768 – la stessa del modello da 14” che HP ha iniziato a distribuire nel gennaio scorso – e il processore è un dual-core Exynos 5250 GAIA cui sono associati 2Gb di RAM. Il disco rigido è sempre un SSD da 16Gb con 100Gb gratis su Drive.

Al solito, la disponibilità gratuita del cloud storage è limitata a due anni e include sessanta giorni di streaming da Play Music più dodici sessioni di GoGo Inflight Internet — soltanto negli Stati Uniti. Non ero particolarmente “entusiasta” del precedente portatile di HP, però devo ammettere che potrei acquistare un Chromebook 11: in Italia dovrebbe essere disponibile entro il Natale. Proposto in due varianti di colore, coi profili personalizzabili che riprendono quelli del logo di Google, è un dispositivo dal design discreto.

Sei ore d’autonomia non sono tantissime e, ovviamente, HP Chromebook 11 non ha la stessa densità di Pixel… ma le casse poste sotto la tastiera e lo schermo leggibile fino a 176° sono molto interessanti. La webcam è soltanto una VGA e il laptop include due porte USB 2.0, oltre alla Micro-USB che supporta SlimPort – come Nexus 4 e Nexus 7 – per connettersi ai monitor esterni: peccato non sia prevista una HDMI. Con la “crescita” delle Chrome Apps su Windows 8, io ritengo che questa gamma abbia delle ottime possibilità di successo.