Il celebre servizio di posta Hotmail che ha segnato intere generazioni desiderose di confrontarsi e comunicare tramite l’instant message di Messanger, adesso va via, ci abbandona. Sarà sostituito da Outlook.com che serve a Redmond per lanciare una sfida a Google. 

Oggi Hotmail aveva perso il suo appeal, mentre piaceva sempre di più l’offerta integrata di Google, quella che fornisce il tradizionale indirizzo di posta elettronica, ma anche una serie di servizi condivisi per l’archiviazione e la scrittura dei documenti, nonché una finestra sulle social application.

Hotmail ha cercato di enucleare tutti i vantaggi offerti dai competitors ed ha fatto una sua proposta. Il fatto è che Microsoft, con l’avvento di Windows 8, non intende soltanto fare l’aggiornamento del sistema operativo, ma vuole effettuare un cambiamento strutturale.

In questa prospettiva rientra il passaggio da Hotmail ad Outlook che sarà, neanche a dirlo, studiato con la grafica di Metro. Non più una posta elettronica “tradizionale”, ma un sistema integrato per l’elaborazione e la condivisione di documenti, per la chat, la condivisione sui social network e le chiamate.

Il tutto grazie alla disponibilità dei servizi Skype comprati da Microsoft qualche mese fa. Interessante anche la dichiarazione d’intenti che arriva da Redmond: spostarsi dal Pc al mobile seguendo la tendenza del web.