Durante il weekend, tra il Black Friday e il Cyber Monday (dal 25 al 28 novembre), sono stati venduti in Europa Occidentale 40 mila device di Honor 8, con risultati eccellenti in Francia e Germania in termini di unità vendute su Internet e incassi. Su Amazon, l’Italia ha battuto qualsiasi altro Paese: Honor 8 ha registrato il sold out nelle prime 4 ore e la maggior parte delle catene e partner ha dovuto ordinare nuovamente lo smartphone di punta del brand dei nativi digitali per far fronte alle richieste del weekend e del Cyber Monday. Questo enorme successo conferma, ancora una volta, che la strategia di Honor è vincente.

In qualità di brand online rivolto ai giovani, Honor sfida i tradizionali modelli di vendita focalizzandosi sull’e-commerce e limitando la distribuzione classica a un numero selezionato di catene retail. In questo modo Honor riesce a proporre i propri device tecnologicamente avanzati a un prezzo interessante, pur mantenendo alta la qualità e l’affidabilità dei suoi smartphone. Il successo di vendite online di Honor 8 durante il Black Friday e il Cyber Monday dimostra non solo l’ambizione del brand di cambiare le regole del gioco, ma anche di riscrivere la definizione di flagship nel mercato europeo occidentale degli smartphone.

Honor 8, si ricorda, si caratterizza per il processore proprietario Kirin 950, GPU Mali-T880 MP4, coprocessore i5, display da 5.2 pollici Full HD, 4GB di memoria RAM, 32GB di storage, doppia fotocamera posteriore da 12 MP con f/2.2 e messa a fuoco laser e fotocamera frontale da 8 MP con f/2.4. Una buona autonomia complessiva dovrebbe essere garantita dalla generosa batteria da 3000 mAh, dotata di tecnologia di ricarica rapida. Tra i sensori e supporti presenti nel nuovo Honor 8, Huawei ha inserito la porta USB Type-C, WiFi a/b/g/n/ac dual band, NFC, 4G LTE e Bluetooth 4.2. Dimensioni complessive di 145.5 x 71 x 7.45 mm per 153 grammi di peso.

Dal punto di vista software, il nuovo Honor 8 dispone di Android 6.0.1 Marshmallow con la già conosciuta interfaccia proprietaria EMUI 4.1. Non manca, anche, un lettore per le impronte digitali annegato nella parte posteriore della scocca.