Mancano ancora sei settimane all’E3, ma già cominciano a prendere piede le prime indiscrezioni su quello che potrà essere presentato alla kermesse losangelina. Uno dei protagonisti potrebbe essere Microsoft con il suo visore per la realtà aumentata HoloLens.

In un articolo del New York Times, inoltre, viene riportato che un non meglio precisato dirigente di Microsoft – pur non svelando il prezzo preciso – ha dichiarato che HoloLens “potrebbe costare molto di più rispetto ad una console di gioco”. Parafrasando la frase del dirigente, potrebbe significare che HoloLens avranno un prezzo nettamente superiore ai 400 dollari necessari per acquistare Xbox One.

Vista la tecnologia messa in campo dalla società di Redmond, un prezzo non proprio popolare non è di certo una sorpresa ma, se veramente HoloLens avesse un prezzo compreso fra i 500 e i 1000 dollari si aprirebbero seri dubbi sul fatto che il visore di Microsoft possa diventare veramente un prodotto consumer. Oculus ha ad esempio già fatto sapere che produrrà anche una versione del visore Rift più economica per il mercato di massa.

Con Hololens si potranno utilizzare tutte le applicazioni di Windows 10 attraverso un menù che fluttua letteralmente di fronte alla vista dell’utente. Le app potranno essere posizionate direttamente sui muri e sugli oggetti attorno al fruitore, e queste potranno essere adattate e ridimensionate. Dicendo semplicemente “Follow me” ogni finestra aperta dall’utente lo seguirà in giro per la casa.

L’utente potrà creare oggetti di ogni forma, come un robottino su supporto fisico su due ruote che può essere anche guidato automaticamente da HoloLens grazie al pathfind mode.