Trend, lo strumento di Google per aiutare la SEO (Search Engine Optimization) coi termini più ricercati del momento, ha acquisito le notifiche via email: è possibile iscriversi a determinati argomenti o parole-chiave per ottenere degli avvisi puntuali alla propria casella di posta elettronica, un po’ come con Alert per il motore di ricerca. Trend è il “grimaldello” che i professionisti usano per identificare i termini più popolari e trattare le notizie legate a un determinato periodo o festività, come oggi può essere la Pasqua.

Sulle breaking news può avere più senso affidarsi a soluzioni come Klout, che – da termometro dell’influenza sul web – s’è trasformato in una guida a cosa scrivere sui blog. Trend è l’infrastruttura sulla quale Google s’appoggia per redigere lo Zeitgeist: il riassunto di cosa hanno cercato gli utenti nell’anno. L’occasione non poteva essere più propizia per mettere questo strumento alla prova perché la Pasqua è proprio uno di quei macro-argomenti periodici che generano un flusso di ricerche analizzabili nel tempo (vedi gallery).

Il tempo e lo spazio sono i due punti di riferimento per Trend. Non basta conoscere cosa cercano gli utenti su Google, ma è fondamentale sapere quando e dove: le classifiche dei termini più popolari negli Stati Uniti non corrispondono necessariamente a quelle italiane — a meno che non succeda qualcosa di straordinario, come una guerra o la morte d’una celebrità. Ho potuto scoprire che il termine «pasqua» negli ultimi sette giorni è stato più ricercato in Campania in associazione a «2014» e seguito da «meteo pasqua», ad esempio.