WordPress è un noto CMS open source che viene sfruttato molto in questo periodo per la creazione e gestione di blog e siti non molto complessi. Capiamo un po’ meglio come funziona.Nella prima puntata di questa breve guida dedicata a WordPress, cerchiamo di comprendere i passaggi per effettuarne l’installazione.

Il primo passo da compiere è collegarsi al sito ufficiale http://wordpress.org/ e andare nella sezione download, ben evidenziata in alto a destra in rosso. Tutta la spiegazione è in inglese. Generalmente dopo il rilascio delle release in inglese, sono disponibili le versioni multilingua del prodotto.

Comunque la versione più nuova di WordPress è la 3.2.1. Scaricate il file zip sul vostro computer, non pesa molto ed estraete l’archivio sul desktop per comodità. Rinominate la cartella estratta evitando nomi lunghi e complessi.

Per esempio provate con “sitodiprova”. A questo punto i giochi sono quasi fatti. Se non avete istallato sul vostro computer MySQL, APACHE e PHP, WordPress non funziona. Gli utenti Microsoft (ma esistono versioni del prodotto identiche per Linux), possono usare un pacchetto all inclusive: Xampp.

Istallate e avviate Xampp secondo la procedura normale. Poi andate a piazzare la vostra cartella “sitodiprova” dentro una directory in C che si chiamerà htdocs.

Entrate in MySQL di Xampp e generate un database “sitodiprova”. Quindi attraverso il browser, chiamate localhost e vedrete comparire la prima pagina di WordPress. Seguite le istruzioni, indicando nome utente e password del Database. In pochi click il vostro blog è pronto.