Avete notato comportamenti strani aggiornando il vostro Twitter con post da Instagram? Forse non ve ne siete accora accorti, ma da mercoledì scorso, se scattavate una foto via Instagram e volevate condividerla su Twitter il risultato era un’immagine ritagliata.

Questo perché Instagram, uno degli ultimi acquisti Facebook, dalla settimana scorsa ha deciso di non supportare le Twitter Card, ovvero, tutta quella serie di funzioni che, via API, vi consentono di condividere immagini e altri contenuti multimediali con un tweet. Silvio Gulizia ne aveva parlato la settimana scorsa.

La risposta da Twitter non si è fatta attendere. Da ieri l’esperienza utente è cambiata di nuovo: condividendo su Twitter una foto scattata con Instagram, il risultato sarà un tweet con la descrizione che avete dato all’immagine e un link alla foto che punta sul sito di Instagram.

Secondo Kevin Systron, co- fondatore di Instagram, la scelta sarebbe dovuta al fatto che si vuole veicolare maggiore traffico sul sito web per spingere gli utenti a interagire anche sul sito e non solo attraverso le applicazioni mobile.

Qual è il risultato di questa guerra? L’esperienza utente è peggiorata. Perché? Instagram e Twitter hanno dimenticato di essere il mezzo attraverso il quale gli utenti condividono emozioni, limitandosi a farsi ripicche l’uno con l’altro. Michael Arrington di TechCrunch dice la sua in proposito e come dargli torto? Ci siamo dimenticati che la rivoluzione è il web fatto dagli utenti?
photo credit: betsyweber via photopin cc