Guadagnare con YouTube non è semplice, specie per chi investe molto denaro nel produrre dei video di successo: Marissa Mayer lo sa e, nel promuovere Yahoo Screen, ha pensato d’attrarre le star della piattaforma di Google con maggiori guadagni. Stando alle ultime indiscrezioni, infatti, il portale di Yahoo avrebbe contattato alcuni VIP di YouTube per rubarli a Mountain View e aumentare così il proprio traffico. Per una volta, la Mayer potrebbe davvero essere riuscita a dimostrare d’avere il quid. Strano, ma soprattutto in Italia.

Mentre le sezioni dedicate al cinema e allo sport sono carenti, rispetto all’edizione statunitense, Yahoo Screen in Italia propone dei contenuti molto più appetibili. Due esempi su tutti? Clio Zammatteo (meglio nota come Make Up) e la TV di Simona Ventura: personaggi noti al pubblico italiano, tra satellite e digitale terrestre. La prima è diventata famosa ed è apparsa in televisione proprio grazie a un canale di tutorial su YouTube – che tuttora mantiene – e potrebbe spingere la nuova corsa della Mayer per il successo mediatico.

Ho sempre criticato la Mayer perché guardo alla nuova Yahoo dal punto di vista dell’addetto ai lavori e, tecnicamente, è un disastro. L’unica “innovazione” di rilievo è stato l’arrivo di David Pogue come storyteller, fra i problemi a Yahoo Mail e la pubblicazione di app di dubbia utilità: ciò che non riuscivo ancora a capire, però, è la visione del CEO – intenzionato a proporre un hub di contenuti multimediali, più che a risollevare un’azienda che ha proposto numerose soluzioni hi-tech per gli sviluppatori. Avrà mai un successo?

photo credit: TechCrunch via photopin cc