GoPro ha annunciato il suo ingresso all’interno del mondo dei droni. La famosa azienda di action cam, adesso, desidera ampliare il proprio orizzonte con il debutto del primo drone entro la prima metà del 2016.

Dopo tantissime indiscrezioni che erano circolate in rete negli scorsi mesi, il CEO di GoPro, Nick Woodman, ha annunciato l’ingresso dell’azienda nel mercato dei droni e il primo modello sarà lanciato sul mercato entro la prima metà del 2016. Se da un lato un drone può essere considerato l’accessorio ideale per le action cam GoPro, dall’altro troviamo un mercato in continua espansione e che sempre di più sta conquistando appassionati.

In particolare, le action cam GoPro sono tra le più apprezzate dal grande pubblico e tutti coloro che acquistano o costruiscono un drone desiderano ottenere riprese ad alta quota di elevata qualità. Di fatto, GoPro punterà molto probabilmente alla fascia alta del mercato, anche se il CEO Nick Woodman non ha rilasciato alcuna indiscrezione a riguardo. Ad oggi, la fascia alta del mercato è occupata da droni del calibro di DJI Phantom 3 o simili e con prezzi che si avvicinano a mille euro.

Allo stesso tempo, GoPro ha in serbo anche un sistema di ripresa sferico a 6 videocamere, sviluppato ad-hoc per la realtà virtuale. Grazie ad un’intelaiatura in grado di ospitare le videocamere GoPro, sarà possibile effettuare riprese ad alta risoluzione e grazie al software per la realtà virtuale, Kolor, sarà possibile ottenere immagini “sferiche” 6K.

Il video finale potrà essere visualizzato su visori di realtà virtuale come Oculus, Google Cardboard o Microsoft HoloLens. Ma anche su smartphone o PC utilizzando l’app nativa Kolor o servizi ad-hoc come YouTube 360.

Con questi nuovi prodotti, GoPro punta a diventare uno dei principali protagonisti in due settori in crescita e che rappresentano il futuro per le action cam dell’azienda.