I cinesi sono in grado di clonare qualsiasi cosa, soprattutto i prodotti tecnologici e c’è da fidarsi quanto a tenuta ed efficacia degli strumenti. Basta pensare che prima ancora che in commercio ci fosse l’iPhone 5, era già stato lanciato il GooPhone. Oggi parliamo del GooPad

L’iPad Mini è stato appena presentato e, leggendo le prime recensioni che hanno presto sostituito le indiscrezioni alimentate dalle riviste di settore, è già uno status symbol. Peccato che subisca oggi la concorrenza del suo doppio, del suo tarocco cinese.

E’ stato infatti immesso sul mercato il GooPad mini, l’alter ego dell’iPad mini che – non a caso – è stato prodotto in Cina. Il GooPad mini a livello estetico, è perfettamente uguale al prodotto Apple: ha un display di 7,9”, la risoluzione 1024×768, il processore dual-core a 1,4 GHz e una Ram da 1 Giga.

Il sistema operativo è Android, com’è facile immaginare ed è usata la versione 4.1 Jelly Bean. La chicca è nell’uso di iLaunch che è in grado di imitare perfettamente l’interfaccia dell’iPad mini. Non sono ancora state definite le caratteristiche della connettività, ma è possibile che il GooPad sia provvisto di WiFi.

Sicuramente ha due fotocamere, una anteriore e una posteriore ma entrambe parecchio scadenti, mentre il tablet della Apple è in grado di registrare anche video in HD.

Il prezzo è un altro elemento che distingue il GooPad dall’iPad Mini: il clone cinese del prodotto di Cupertino è in commercio per soli 99 dollari.