YouTube Capture è la nuova applicazione per iPhone e iPod Touch che permette di registrare, modificare e caricare i video su YouTube. Non è giusto una variante migliorata della fotocamera di Apple e soprattutto ribadisce la strategia dichiarata da Google: iOS è preferito addirittura ad Android, sul quale l’applicazione arriverà soltanto in futuro, mentre non sembra prevista una versione per Windows Phone. La caratteristica più interessante di YouTube Capture parrebbe la stabilizzazione digitale automatica dei filmati acquisiti.

Inoltre, YouTube Capture prevede l’equalizzazione del colore che adatta la luminosità e il contrasto dei video all’ambiente. A registrazione avvenuta, è possibile tagliare le sequenze e aggiungere delle tracce musicali ai filmati. Le modifiche automatiche possono essere escluse a richiesta dall’utente, sul proprio dispositivo o in linea, ed eventualmente ripristinate. Una buona intuizione di Google è stata quella d’integrare il caricamento su Facebook e Twitter: non è stato imposto un limite a YouTube o a Google+ per gli upload.

Google vorrebbe evitare che i video vengano salvati col dispositivo in verticale, perciò YouTube Capture ricorda all’utente di ruotare il device prima della registrazione. Non sono un “fanatico” dell’acquisizione dei filmati dallo smartphone, ma appena sarà disponibile proverò l’applicazione con Android: è evidente che Google voglia sfruttare il successo delle mappe per iOS che sono state scaricate da 10 milioni di utenti in una settimana e scongiurare che delle startup possano aggredire il mercato della condivisione dei video.