Google non poteva lasciare le sue mappe prive delle meraviglie del mondo. Ecco allora che a fronte dell’ingresso in centri commerciali e luoghi chiusi, parte anche il progetto World Wonders

Google aggiorna le sue mappe con le meraviglie del mondo, è questa la grande novità dell’ultimo periodo che coinvolge direttamente l’azienda di Mountain View. Dagli scranni di Google sanno di non poter competere su tutto con gli avversari.

Sul versante social network, Google+ è ancora indietro. Ecco allora che si riscopre il valore di un servizio molto apprezzato dagli utenti, giovani e meno giovani, che ha resistito anche agli attacchi di Apple che ha deciso tempo fa di emanciparsi dalle mappe di BigG.

In collaborazione con il World Monument Fund dell’Unesco e in collaborazione con l’agenzia fotografica Getty Images, Google offre ai suoi utenti l’esplorazione online delle bellezze paesaggistiche del pianeta terra, senza trascurare il patrimonio artistico e culturale.

Si andrà dai megaliti presenti negli antichi templi di Tokyo fino alla reggia di Versailles. Per capire le dimensioni del progetto dobbiamo specificare che si potranno navigare ben 132 siti in 18 paesi diversi.

Per quanto riguarda l’Italia si parte con i sassi di Matera, con la necropoli di Pompei, i trulli di Alberobello e le ville di Tivoli. Uno sguardo anche alle Cinque Terre, alla Costiera Amalfitana e ad un gran numero di città.