Google Voice Access è la nuova applicazione di Google, rilasciata in versione beta, che consentirà di controllare ogni funzionalità dello smartphone servendosi dei comandi vocali.

Grazie al sistema di riconoscimento vocale di Google, sfruttato egregiamente da Google Now, l’utente di qualsiasi dispositivo Android ha la possibilità di eseguire ricerche o compiere delle azioni basilari. È per questo che Google Voice Access non si limita ad essere una copia dell’assistente di ricerca, bensì si occuperà di una gestione più complessa del sistema operativo: permetterà, infatti, un controllo totale su smartphone e tablet.

Il funzionamento alla base di Google Voice Access è basilare: l’applicazione si serve dei numeri, posti in ogni schermata ed accanto ad ogni elemento, per poter permettere sia all’utente che al sistema di riconoscimento vocale semplicità ed immediatezza nei comandi.

L’applicazione è stata pensata e realizzata per permettere a chiunque abbia difficoltà nel maneggiare il touchscreen a causa di disabilità motorie permanenti o infortuni temporanei di poter controllare il proprio device Android utilizzando la propria voce; si potrà dire, ad esempio: “apri Chrome” o “vai alla schermata iniziale”, per lasciare che Google Voice Access effettui l’operazione.

L’applicazione è disponibile in closed beta, che ha già raggiunto il numero necessario di tester per chiudere il programma. Al momento supporta solo la lingua inglese e non si conoscono ulteriori dettagli sul suo rilascio ufficiale sul Play Store.

Considerata però l’opinione positiva di chi ha avuto la possibilità di provarla, sottolineandone l’estrema velocità ed elaborazione di comandi abbastanza complessi, sarà presto una delle feature di accessibilità di punta di Google.