Google Ventures, il VC di Big G che è stato lanciato nel 2009, arriva in Europa: da Mountain View sono stati stanziati $100 milioni per finanziare le startup europee. Il comunicato ufficiale allude esplicitamente al successo delle imprese innovative che negli ultimi anni sono state avviate nel Vecchio Continente, invitando gli imprenditori a proporre i propri progetti alla società. Un’ottima occasione in un periodo di crisi per rilanciare l’economia e dare corpo alle idee più interessanti degli startupper italiani e comunitari.

Curioso che Google prenda a esempio Spotify, una delle startup più pericolose per il suo business — col boom della musica in streaming: Bill Maris, Managing Partner di GV, elenca diverse realtà fra le quali non potevano mancare le aziende orientate ai presidi medico-chirurgici che a Mountain View interessano particolarmente. Chi riceverà i fondi disponibili? Gli Europei hanno un enorme potenziale da esprimere, però non sono state definite le modalità d’assegnazione dei finanziamenti. Bisogna contattare la società per conoscerle.

A differenza di Google, GV non effettua nuove acquisizioni – che non sono comunque da escludere – ma sostiene le startup come Microsoft Ventures che anche in Italia finanzia diverse società medio-piccole in collaborazione con le università. La somma totale che Google Ventures investirà da oggi in Europa non è altissima, se proporzionata alla vastità del continente e alla vivacità della scena europea. È probabile che questa cifra sia stanziata periodicamente, per aiutare tutte le aziende più meritevoli e sostenere l’innovazione.

photo credit: hirodusk via photopin cc