Al CES 2015 è stata annunciata la fine di Google TV, che lascia posto alla neonata Android TV, nuova piattaforma del colosso di Mountain View che sbarcherà sulle smart tv a partire da quest’anno. L’azienda ha stipulato accordi con i maggiori produttori mondiali di televisori, fra cui Sony, che abbraccerà Android TV con i modelli Bravia in uscita nel 2015, ma non solo: anche Huawei e Razer realizzeranno dei dispositivi multimediali da salotto equipaggiati con Android TV, che avranno un prezzo di circa 100 euro.

Con il nuovo sistema operativo si potrà dunque sfruttare tutte le funzionaltà dell’ecosistema Android, come guardare film o giocare con le applicazioni scaricate su Google Play Store. Presente anche l’integrazione con Google Cast, la feature che permette di riprodurre in streaming i contenuti multimediali presenti su tablet o smartphone direttamente sulla tv.

E quale sarà il futuro delle smart tv equipaggiate con Google TV? L’azienda di Mountain View ha fatto sapere che i televisori dotati della vecchia piattaforma continueranno a funzionare senza problemi, comprese le applicazioni, ma non verranno più rilasciati aggiornamenti. Alcuni modelli, tuttavia, potranno essere aggiornati al nuovo sistema Android TV.

Un ricambio generazionale forse obbligato, quello da Google TV ad Android TV, ma che non farà di certo felici i possessori delle “vecchie” smart tv equipaggiate con il vecchio sistema operativo del gruppo di Mountain View.