I/O 2014 è terminato e, oltre all’assenza di nuovi device, all’appello è mancato Android Silver: il programma che Google dovrebbe affiancare – e non sostituire – alla distribuzione dei Nexus. Ne abbiamo parlato in passato e Mountain View è davvero determinata a introdurlo, ma senza interrompere la produzione d’altri dispositivi. Quindi, a prescindere da chi lo realizzi, è probabile che prima o poi (magari, in autunno) sia presentato il Nexus 6. La fonte d’entrambe le indiscrezioni è sicura, perché a parlarne è stato Dave Burke.

A I/O 2014 ha introdotto Android TV, ma l’impegno di Burke in Google non è limitato all’intrattenimento. Android Silver è previsto a partire dal 2015, mentre un nuovo Nexus potrebbe arrivare con l’aggiornamento del sistema operativo ad Android L: il fatto che non esista un’immagine dedicata a Nexus 4 – fra quelle disponibili in anteprima – è un segnale dell’imminente annuncio di Nexus 6, che potrebbe arrivare con l’autunno. Perché mantenere due o tre canali di distribuzione tanto simili? Dev’esserci pure un disegno, alle spalle.

Al momento, esistono i Nexus e Android One [vedi gallery] che è stato annunciato proprio a I/O 2014 sulla fascia bassa: un terzo canale è costituito dalle Google Play Edition degli smartphone di fascia alta di HTC, LG e Samsung — che dovrebbero essere sostituiti da Android Silver. Nexus 6 potrebbe rientrare nella fascia media e fra i produttori papabili non è da escludere Motorola. La copertura del mercato sarebbe completa, ma perché non usare il marchio Android al posto di Nexus su tutte le gamme? È una questione di marketing.

Photo Credit: Janitors via Compfight cc