Emergono sul web le prime congetture in merito all’acquisizione della startup Magic Leap da parte di Google, definita nel mese di ottobre e costata al gigante di Mountain View 500 milioni di dollari, ma tuttora avvolta nel mistero. Secondo le prime informazioni ufficiose, l’accordo con la startup avrebbe dato vita ad un progetto per lo sviluppo di un device indossabile per la realtà virtuale e la realtà aumentata. Insieme ad alcuni brevetti depositati da Google all’USPTO sono presenti alcune immagini molto interessanti e senza dubbio eloquenti su quello a cui stanno lavorando gli sviluppatori di Mountain View con il progetto Magic Leap.

Una di queste mostra un utente, con indosso degli occhiali, interagire con una serie di finestre virtuali che compaiono di fronte a lui, comodamente seduto sul divano, mentre sta guardando una partita in TV. L’immagine ricorda molto da vicino una scena del film sci-fi Minority Reporter, quando il Detective John Anderton, interpretato da Tom Cruise, cerca informazioni sul caso a cui sta lavorando proprio con un sistema di interazione a schermi completamente virtuale.

Il progetto potrebbe portare in grembo alcune feature di Google Glass, a cui però si sommano caratteristiche di altri device per realtà virtuale come Oculus Rift, e il tutto potrebbe essere “potenziato” dalla possibilità di indossare dei guanti, denominati “tactical glove”, che permetterebbero di interagire con gli elementi virtuali proiettati dal dispositivo.

Sembra di essere di fronte ad un progetto assolutamente rivoluzionario e avveniristico che, se dovesse concretizzarsi, potrebbe avere dei risvolti davvero devastanti sul mercato con possibili utilizzi in diversi settori, dal gaming al cinema.

Photo Credit: Wikimedia Commons via Google