Google Search, la app per la ricerca di Google su Android, oggi permette di scattare foto velocemente: basta cliccare sul pulsante col microfono – o attivare la funzione pronunciando “OK, Google” – e dire “take a photo” o “take a video” per avviare la fotocamera. È una nuova funzione integrata a Google Now, in pratica, che dovrebbe accorciare la reazione del sistema operativo e permettere all’utente di catturare i momenti più suggestivi senza perdite di tempo. Io, che ho un pessimo rapporto coi volatili, lo trovo davvero utile!

Sembra che lo facciano apposta, ma – quando degli uccellini si posano sul davanzale della mia finestra o più in generale da qualche parte e voglio fotografarli – immancabilmente volano via prima che riesca a scattare. Mi lascia perplesso l’opzione col pulsante, perché la tempistica è identica a quella di Google Now Launcher: più realistico il riconoscimento vocale, che al momento non sembra essere disponibile in lingua italiana. Pronunciando “scatta una foto”, Google Search apre Chrome ed effettua una semplice ricerca sul web.

Non è un caso che, questa mattina, abbia ricevuto su Nexus 4 e 7 (2013) un aggiornamento di Google+ e non quello annunciato di Google Search. La traduzione del riconoscimento vocale è incompleta e, dunque, usando Android in italiano è ancora impossibile accedere alla nuova funzione. Spero che il gap sia colmato al più presto, perché – anche se non è ai livelli dell’occhiolino coi Glass – la rapidità nella mobile photography è un aspetto fondamentale e, perciò, questo nuovo accorgimento per Android mi sembra molto convincente.