Google è sempre stato sensibile ai pesci fuor d’acqua, a coloro che con l’ingegno e la dedizione hanno saputo inventare soluzioni nuove per la propria vita e per quella degli altri. L’ultima competizione varata dal colosso di Mountain View, però non è alla ricerca di un’idea per cambiare il mondo. Tempo fa Google chiese ai suoi utenti di descrivere un progetto, un’idea in grado di cambiare le sorti del mondo. Una strenua classificazione ha portato alla definizione di ben 10 vincitori. Adesso invece, quel che i CEO di Big G cercano è una domanda.

Si chiama Google Science Fair, la fiera della scienza, ed è una manifestazione in collaborazione con il Cern, con la Lego, con National Geographic e con la Scientific American. Una gara rivolta non solo agli studenti ma a tutte le menti curiose.

La partecipazione è aperta a ragazzi che hanno un’età compresa tra 13 e 18 anni, tanto che per i minorenni, oltre al progetto/domanda, è necessario inserire anche il consenso dei genitori.

Gli esempi di domande proposti nel sito ufficiale della manifestazione sono: è meglio bollire o cuocere al forno? Come si possono trasformare i rifiuti in energia? Perché i gatti fanno le fusa? Perché alcuni oggetti rimbalzano?

Per conoscere i termini del concorso e le modalità di partecipazione, occorre collegarsi al sito Google Science Fair 2012, da dove è possibile vedere anche i risultati dell’edizione 2011.