Una notizia che ho letto non molte ore fa direttamente dal blog di Google e che sinceramente mi ha rattristato non poco è la chiusura, per il 1 luglio, di Google Reader. Google Reader che, come è stato scritto dalla stessa Google nel suo comunicato relativo agli aggiornamenti periodici dei servizi (compresa la chiusura dei meno profittevoli), ha visto un declino delle utenze negli anni.

Verrà quindi chiuso, e la domanda è: “Adesso che si fa?”. Probabilmente almeno nel mio caso infatti Google Reader è uno degli strumenti che utilizzo di più, e mi serve anche lavorativamente per tenere sotto controllo tutte le fonti di cui ho bisogno. Sinceramente non credo che Google abbia avvertito il bisogno di chiudere Reader per le utenze bensì per far confluire tutto verso Google+. Questo però per me rappresenta un problema per una serie di ragioni, che potete desumere da soli: i consigli sulla produttività di Silvio per esempio lo includono tra le applicazioni consigliate, e anche le sue sei app per essere sempre informati.

E quindi? Quindi speriamo che arrivino delle alternative degne di questo nome: sicuramente Google punterà molto su Google Currents, ma per me Currents non è ancora allo stesso livello di Reader, e non ha la stessa versatilità nonché le che hanno reso ad esempio Reeder per Mac e iOS una delle app preferite degli utenti per questa piattaforma. Addio Google Reader, mi mancherai un sacco, dal primo di luglio.

Photo credits: Dennis S. Hurd via photopin cc