S’avvicina inesorabilmente la data del 1 luglio, quando Google Reader sarà disabilitato: abbiamo esplorato una serie di alternative, spiegando come utilizzare Feedly, ad esempio. Mercoledì, gli amministratori di WordPress.com hanno annunciato una novità del lettore integrato che permette di sostituirlo. Grazie all’importazione diretta, infatti, gli utenti possono effettuare subito il passaggio da quello di Google a WordPress.com Reader e mantenere tutte le fonti cui sono iscritti. Saranno gestibili dal profilo su WordPress.com.

Perché optare per WordPress.com Reader? Al solito, tutto dipende dalle abitudini. Feedly è basato sulle Application Programming Interfaces (API) di Google e la chiusura del servizio potrebbe causare dei problemi: altre piattaforme, come Digg, lavorano a una propria infrastruttura, che sarà annunciata nelle prossime settimane. WordPress.com è un’alternativa immediata, che associa alle sottoscrizioni di Google Reader quelle già effettuate sul portale. Non importa dove risiedano i singoli blog. Personalmente, ne apprezzo il design.

Accedendo al proprio account, per avviare l’importazione dei feed in WordPress.com Reader è sufficiente cliccare sul collegamento evidenziato e concedere un’autorizzazione all’accesso: riceverete un messaggio all’indirizzo e-mail specificato sul profilo, quando il processo sarà terminato. Potrebbe impiegare molto tempo, a seconda del numero delle fonti indicizzate su Google. Non ho ancora deciso se utilizzerò questa risorsa come quella preferenziale, ma la nuova possibilità offerta da WordPress.com è particolarmente intrigante.