Abbiamo affrontato più volte il tema di come sostituire Google Reader, che chiuderà il primo luglio. Ho sottolineato come sia forse giunto il momento di abbandonare gli RSS in favore di altre soluzioni, considerando che Google non fa altro che seguire Apple, la quale ha già rimosso il lettore di RSS da Safari e Mail. Gli RSS restano però uno strumento da power user e ci sono diverse realtà attive nel tentativo di mantenere vivo un mercato legato a questi.

Se dunque sentite già la mancanza degli RSS, vi consiglio di dare un’occhiata a Reeder, un lettore di feed sviluppato da Silvio Rizzi e apprezzato in tutto il mondo. Le app per Mac e iPad da oggi sono in distribuzione gratuitamente, mentre quella per iPhone resta a pagamento (2,69 euro).

Il perché è presto detto: l’app per iPhone è l’unica ad avere già integrato un sistema di sincronizzazione dei feed stand alone, benché ancora allo stato beta, più altri servizi, mentre le altre app utilizzano ancora solo il sync con Google Reader.

Si tratta chiaramente di una mossa commerciale, ma Reeder è davvero un ottimo prodotto, soprattutto nelle versioni ora gratuite. Sinceramente non amo leggere gli RSS su smartphone, dove mi affido ai sostituti che ho citato nel post precedente. I vantaggi di Reeder stanno nelle ottime integrazioni con i principali servizi, come social, Evernote, Instapaper e Readability e nel browser interno per visualizzare post e articoli. Lo sviluppo delle tre app proseguirà in ogni caso dopo la chiusura di Google Reader e probabilmente Reeder offrirà un sistema per la sincronizzazione dei feed all’interno dell’app. Intanto, fate una prova.

Vi consiglio intanto di fare anche un backup dei vostri feed attivando anche Feedly, come ci ha raccontato Federico Moretti.