Possiamo fare a meno degli RSS? Forse sì, forse no. Ieri ho scritto un post mettendo insieme le alternative a Google Reader, ma più ci penso e più mi rendo conto che di opzioni valide al momento non ne ho trovate. A dire il vero, neppure più uso tanto Google Reader ultimamente. Certo, è rimasto il punto di riferimento per seguire i siti e i blog che mi interessano, ma negli ultimi tempi le mie cartelle di Reader si sono così riempiti che spesso sono divenute difficili da consultare. In ogni caso, il 1 luglio Google chiuderà Reader, probabilmente per puntare su Google Plus,ed è meglio arrivarci preparati.

Quali sono le alternative agli RSS. Vediamole.

Prismatic

Questa è forse l’alternativa migliore perché mette a disposizione un’app per smartphone, tablet e web. Permette di impostare i topic, aggiungere topic a partire da ricerche o da una notizie ed eseguire ricerche per parole chiave. I topic e le fonti vengono decisi nel momento in cui si effettua l’iscrizione e possono essere modificati successivamente. Permette la condivisione sui social. Ci vuole un po’ per abituarsi, ma poi diventa molto interessante. Nello stream principale mostra le news che dovrebbero essere più interessanti per noi e spesso ci azzecca presentando contenuti interessanti e poco circolati.

MyNews.is

Simile a Prismatic, ma focalizzata sui canali e con la possibilità di aggiungere blog e siti, ma senza quella di ricerca dei topic. Per ora solo web, a breve sarà disponibile l’app per iPad.

Twitter e Facebook liste, Google Plus cerchie

Twitter permette di organizzare liste in cui inserire gli account dei siti e dei blog che volete seguire. Così anche Facebook. Il problema è che nello stream finiscono così tutti i post, quindi anche commenti, repliche e via dicendo. Su Google Plus potete organizzare invece in cerchie le vostre fonti: se sono per lo più americane, siete a cavallo.

Zite

Permette di seguire i temi che vi interessano, fare ricerche e salvarle. Molto simile a Prismatic, ma non ha l’opzione web.

Flipboard

È quella che su mobile offre la migliori interfaccia e la più semplice consultazione, ma non va oltre all’impostazione dei canali e manca della web app.

Personalmente credo che la mia scelta ricadrà sull’uso combinato di Prismatic e Twitter, ma non sono ancora sicuro di essere in grado di abbandonare gli RSS.