Google in questi ultimi anni è il sito web che sta facendo parlare più di sè, sia nel bene che nel male, le grane questa volta per Google arrivano dal governo francese e riguardano le nuove regole sulla privacy e la gestione dei dati personali degli utenti che la società di Mountain View ha anticipato nelle scorse settimane.

L’autorità francese che si occupa di tutela della privacy ga chiesto formalmente a Google di posticiparne l’applicazione di queste nuove norme, secondo gli esperti della CNIL le nuove norme presentata da Google non rispetterebbe “i requisiti contenuti nella direttiva europea sulla protezione dei dati”, ci sarebbero dei fondati dubbi sulle pratiche di Google per ciò che riguarda l’utilizzo delle informazioni.

Dal canto suo Google con un comunicato del responsabile dichiara che la nuova politica sulla privacy in corso d’adozione da parte dell’azienda “rispetta tutti i principi e le normative europee sulla tutela dei dati personali”.
Una guerra aperta, ma cosa cambierà a breve nelle rogle di privacy di Google per i suoi utilizatori ?

Google è pronto, con queste nuove regole, a “condensare” in un’unica soluzione tutte le policy sulla privacy dei suoi numerosi servizi (70 differenti servizi online tra cui Gmail, YouTube, Chrome, Blogger, Picasa, Google Plus, Google Voice, Analytics, Docs, Maps, Music, Groups e molti altri).