I problemi di Google, in questo periodo, sembrano davvero senza fine. Basta pensare alla battaglia che il gigante dei motori di ricerca sta facendo in Francia e al piccolo errore che gli ha determinato una perdita di otto punti percentuali in Borsa.

Il governo di Hollande ha ingaggiato una dura battaglia contro Google accusando il gigante dei motori di ricerca di restituire nelle liste di risultati dei contenuti che arrivano direttamente dai media francesi. Questo chiaramente dà fastidio ad agenzie di stampa e giornalisti che hanno chiesto una mano al loro governo.

A questo punto è arrivata la reazione di Google che ha spiegato alle autorità francesi come un provvedimento del genere metta a repentaglio l’esistenza stessa di BigG in Europa e soprattutto in Francia. La lettera che Google ha inviato ai minsiteri di Hollande è stat resa pubblica dall’Afp.

Peccato che questa notizia del braccio di ferro sia arrivata insieme al problema della pubblicazione anticipata dei dati trimestrali di Google che ha determinato una perdita di consistenza del titolo in borsa. Sospeso per due ore, ha poi chiuso la giornata di contrattazioni con il -8 per cento.

Il provvedimento francese anti-Google potrebbe essere superato con il pagamento da parte del motore di ricerca di un tot per ogni clik sui link che reindirizzano alla pagina di un giornale francese.