Puntuale, Google ha portato al debutto la versione finale di Android Wear 2.0, la nuova piattaforma basata sempre su Android che caratterizzerà i suoi smartwatch. Con questo nuovo sistema operativo il cui sviluppo è stato portato avanti con non poche difficoltà, Big G prova a dare uno scossone al settore degli orologi intelligenti offrendo una piattaforma maggiormente matura e completa rispetto a quella attuale. Sono, infatti, tantissime le novità che introduce Android Wear 2.0.

Innanzitutto arrivano nuove watchfaces che potranno essere personalizzate da parte degli utenti che potranno inserire elementi preferiti. Per esempio, si potranno inserire accessi rapidi al calendario, al meteo, alle funzioni di fitness e molto altro ancora. Altra novità molto importante la maggiore indipendenza dallo smartphone. Con Android Wear 2.0 il Play Store sarà adesso integrato nell’orolgio. Questo significa che le app potranno essere scaricate direttamente dallo smartwatch. Funzionalità utile soprattutto per gli orologi smart dotati anche di connettività mobile.

Nella nuova piattaforma arriva anche l’integrazione dell’assistente virtuale Google Assistant, almeno per i paesi dove è disponibile. Si potrà richiamare attraverso il classico comando “Ok Google”, oppure tenendo premuto il tasto di accensione/spegnimento dell’orologio.

Inoltre, viene migliorata velocità di riconoscimento e trascrizione dei comandi vocali. Molto carina la possibilità di scrivere direttamente i messaggi dall’orologio grazie ad una tastiera molto particolare in grado di consentire l’inserimento di testi anche attraverso schermi piccoli come quelli degli orologi. Inoltre, l’intera UI è adesso maggiormente ottimizzata per i display circolari.

Android Wear 2.0 arriverà come aggiornamento per tutti gli smartwatch compatibili nel giro delle prossime settimane.