Qui a Hi Tech utilizziamo fin dall’inizio Google Plus come strumento di gestione del team. Recentemente ho cominciato a usare la stessa piattaforma per un altro progetto e penso di aver raggiunto un grado superiore di comprensione dello strumento community, che ha di fatto rivoluzionato quello che non è un social network.

Credo che tutti abbiate più o meno presente i gruppi di Facebook. Ora vi spiego perché le community di Google Plus sono decisamente meglio.

Innanzitutto è possibile dividere le discussioni per argomenti, detti categorie. Per esempio potete creare una categoria per condividere immagini, una per condividere risorse, una per aggiornare tutti sullo stato di un prodotto, una per chi si occupa di grafica o per gli appassionati di iPhone diverse da quelle per chi scrive codice o ama solo Android.

Quando avete bisogno di qualcosa, potete fare ricerche all’interno della community.

Se vi dovete contattare velocemente e non siete al computer, potete usare Messenger dall’app di Google Plus per smartphone, praticamente sostituendo così Whatsapp. All’interno della community potete invece chattare con i singoli membri attraverso Google Talk.

Se avete bisogno di vedervi e parlarvi, Hangout vi permette di farlo. Durante la videoconferenza avete a disposizione una chat per scambiarvi i link e diversi altri strumenti, fra cui Google Docs che è integrato. Così potete lavorare insieme a un documento. Inoltre potete condividere una cartella da Google Drive e usarne i contenuti all’interno della community.

Nelle community c’è anche l’opzione di creare eventi e organizzare così un calendario del gruppo.

Potete condividere qualunque cosa con la community ogni volta che utilizzate un prodotto di Google, semplicemente condividendo su Google Plus con la cerchia della vostra community e selezionando la categoria.

Potete eseguire sondaggi all’interno della community, postando una domanda e offrendo due o più risposte. Basta chiedere di votare con +1 la preferita.

Infine le notifiche vi raggiungono su ogni prodotto di Google e potete controllarle senza dover ogni volta accedere a Plus.