Ieri Google ha aggiornato i profili di Google Plus. Ora è possibile caricare come immagine di copertina una foto di dimensioni fino a 2.120×1.192 pixel, che verrà mostrata in parte e in modalità 16:9 scrollando verso il basso. Tutto il profilo dell’utente è cambiato, introducendo la visione per schede il cui successo è stato decretato da Google Now.

Sempre nel nostro profilo Google sta introducendo una nuova tab, Local (in Italia non è ancora visibile). Si tratta delle review di locali che abbiamo fatto e che diventeranno utili quando useremo la nuova Google Maps. Inoltre in Google Search Plus Your World, cioè se fate le ricerche in Google.com, i locali e i luoghi che hanno ricevuto recensioni da parte dei vostri amici emergeranno nei risultati. Una doppia mossa per portarci a usare sempre di più il sistema delle recensioni. Che, a proposito, da qualche tempo si possono fare solo con il proprio nome e cognome.

Quella di Mountain View mi sembra una mossa davvero intempestiva. Questa sera Facebook svelerà la nuova interfaccia dello stream perpetrando l’ennesima rivoluzione che porterà la gente a discutere dell’ultimo cambiamento del social network. Google ha anticipato la mossa uscendo 24 ore prima con un mini restyling del profilo, una cosa da poco e che per il timing scelto appare come il misero tentativo di rispondere alle mosse di Facebook.

Poi probabilmente così non è e il rilascio era già in programma, ma essendo stato annunciato da una settimana l’evento di Facebook, non avrebbe avuto maggior senso scegliere un’altra data per i propri aggiornamenti così da ricevere maggiore attenzione?