Il mercato dei beni digitali sta spodestando l’altro mercato dei beni durevoli, soprattutto in borsa. Basta pensare che in un momento di crisi di Wall Street, uno dei titoli indifferenti alle turbolenze finanziarie è stato quello di Google.

In questi giorni, il colosso di Mountain View sta pensando di ampliare la propria strategia di marketing investendo nel mercato dei game.

Si sa che in rete gran parte degli utenti puntano ad informarsi sì, ma soprattutto a divertirsi.

Per questo, Google, che ha lanciato Google + , nel periodo in cui il social network è ancora in fase sperimentale, pensa già a come farlo evolvere.

Prendendo spunto dall’esperienza vincente di Facebook, Google ha puntato al social game ed ha iniziato a stabilire dei contatti con Zynga.

Più che di una collaborazione, si tratta di un vero investimento, infatti Zynga è pronta per fare il grande salto della quotazione in borsa e Google ha deciso di mettere sul piatto una cifra, ancora sconosciuta, per finanziare l’operazione.

Zynga è già stata oggetto di una serie di lusinghe da parte di TechCrunch ma poi tutta la vicenda è approdata ad un vicolo cieco.

Oggi, l’azienda è “assediata” dalle proposte di Google che oltre a voler dare un tocco “game” al suo social network, ha interesse a sapere qualcosa in più su Facebook e sul legame che il colosso fondato da Zuckerberg ha con Zynga.