C’è chi dice che Google Plus stia prendendo sempre più piede come social network. D’altro canto ci vuol poco a immaginare che, essendo sviluppato dalla stessa casa di Redmond proprietaria del più popolare dei motori di ricerca, i blogger che volessero vedere i propri post ben rintracciabili, devono giocoforza stimolare i lettori a condividere sul social network con la G maiuscola.

Quindi Google Plus si aggiunge agli altri must della condivisione che ordinati in un’ideale classifica potrebbero essere: Facebook, Twitter, LinkedIn; quest’ultimo rilanciato dal recente upgrade della app. Certo è che a questo punto condividere sta diventando un vero e proprio lavoro… anche perché per condividere con efficacia ci vuole del tempo in quanto spesso è utile condire il repost con una frase personale che spieghi il motivo della condivisione al fine di non far passare il gesto inosservato.

Ora però c’è una soluzione semi-automatica che ci facilita in questo lavoro. Si chiama Friends+Me (leggasi GooglePlusMe) ed è una piattaforma web che permette di condividere automaticamente sui propri profili Facebook, Twitter e LinkedIn quanto pubblichiamo sul profilo Google Plus.

Friends+Me funziona così: ci si registra e si accede immediatamente ad un pannello di controllo che permette di collegare i profili dei social network prima citati; una volta connessi, tutti i post pubblicati sul nostro profilo Google Plus che saranno visibili a tutti (ovvero non quelli destinati solo alle nostre cerchie ma bensì quelli con l’opzione Pubblico attivata) verranno anche automaticamente condivisi sugli altri profili a meno che non decidiamo il contrario segnalandolo con specifici tag nel testo di condivisione (per esempio se ci mettiamo il tag #f verranno condivisi solo sul nostro profilo Facebook).

Friends+Me non reblogga immediatamente i nostri post ma si prende del tempo a seconda del piano acquistato. Per esempio se lo si utilizza gratuitamente condivididerà in un intervallo che varia dai 10 ai 180 minuti; questo intervallo si adatterà in base al numero di condivisioni giornaliere: più condividiamo e più basso sarà il tempo di latenza. Il piano gratuito però permette solo (ma per me sono al momento più che sufficienti) 40 repost  al mese. Altrimenti passando ai piani Standard ($29.99 all’anno) o Unlimited ($49.99 all’anno) si possono ottenere rispettivamente 5-15 minuti e 1-10 minuti di intervallo per le latenze; in tutti e due i casi poi il numero dei repost è illimitato.

Io lo sto utilizzando da un paio di giorni e devo ammettere che mi ci trovo bene; per quel che ho osservato i tempi di latenza sono abbondantemente sotto quelli dichiarati per la versione free… forse perché tutto il progetto è ancora in beta e quindi stanno fornendo funzionalità da piano Standard gratuitamente a tutti.

Cose che mi piacciono di Friends+Me:

- è possibile impostare un’opzione che permette di raggiungere il repost sul nostro profilo Google Plus invece che il post originale condiviso; questo costringe il fruitore a passare per il nostro profilo e quindi (magari) lo induce a lasciarci un +1… che non guasta mai;

- si può utilizzare Bit.ly come servizio per accorciare gli indirizzi web; nel caso in cui fossimo già registrati con questo servizio possiamo collegarlo a Friends+Me; funzione potentissima per monitorare quanti seguono poi il link da noi consigliato;

- last but not least, si possono condividere automaticamente i contenuti caricati sulle Google Plus Page verso profili personali o Pagine Facebook; ottima soluzione per i social manager.