Google non ha abbandonato il proprio social network e, dopo l’apertura del profilo ufficiale su Instagram, ha introdotto una nuova funzione: Google+ Stories è un meccanismo di gestione dei contenuti condivisi – basato sulla localizzazione geografica – capace di gestire automaticamente la pubblicazione delle foto e dei video delle vacanze. È la scelta migliore, in prossimità delle ferie estive, per organizzare i ricordi della villeggiatura. Basta possedere un iPhone oppure uno smartphone con Android per poterne usufruire subito.

Google+ Stories funziona attivando Auto Backup sul proprio dispositivo, che può essere un tablet o uno smartphone oppure un computer sul quale sia installato Drive. L’importante – in quest’ultimo caso – è che i contenuti abbiano registrato nei dati EXIF le informazioni relative alla posizione perché la raccolta da generare è basata sui luoghi visitati! Meglio usare un device da tasca ed eventualmente procedere alla modifica manuale dei contenuti al PC. Sono sempre disponibili gli strumenti per migliorare le immagini e i filmati.

Obiettivamente, questa nuova opzione non è facilissima da trovare — perché Google+ Stories non ha ancora una propria configurazione: è un meccanismo che s’avvia in automatico, attivando Auto Backup e Location History. Il risultato è molto gradevole, a metà fra il libro e lo slideshow, ma esiste il rischio di condividere pubblicamente o con le proprie cerchie dei contenuti che dovrebbero essere tenuti in privato. Usato con cautela può davvero risolvere una volta per tutte il problema di sistemare le foto e i video delle vacanze.

photo credit: Kalexanderson via photopin cc