Google desidera portare il Play Store in Cina durante il 2016, questa è l’indiscrezione proveniente da Reuters. L’azienda di Mountain View, infatti, sta realizzando un negozio di app diverso da quello principale, in modo tale da rispettare le restrizioni cinesi in questo ambito.

E’ da tempo che Google cerca di entrare all’interno del mercato cinese con un proprio App Store. Fino ad oggi, a causa delle restrizioni imposte, Google non ha ancora un Play Store all’interno di una delle nazioni con più smartphone Android al mondo. L’idea del colosso di Mountain View è quella di realizzare una versione del Play Store separata da quella principale, in modo tale da rispettare tutti i vincoli imposti dala Cina. Non solo, secondo altri rumors, il Google Play Store per la Cina era già pronto per essere lanciato in questi giorni, ma il lancio ufficiale sembra essere stato ritardato per cause ignote.

La crescita evidente del mercato cinese è di sicuro interesse per Google e dal momento che è una delle nazioni in cui vengono venduti la maggior parte degli smartphone Android al mondo, la presenza dell’azienda di Mountain View è obbligata.

Con Google fuori dalla scena cinese, in questi ultimi anni, Apple ha aumentato esponenzialmente la propria base di utenza e startup cinesi come Baidu e Wandoujia hanno preso rispettivamente il posto di Google Search e del Play Store. Se e quando Google lancerà il Play Store in Cina, dovrà combattere per conquistare fette di mercato dai concorrenti.