Tra tutti coloro che sono soliti a leggere dai loro smartphone o tablet iOS ed Android sarà comune il grosso problema della lettura sui dispositivi elettronici in questione: gli occhi si stancano terribilmente a causa della luminosità degli schermi che bruciano quando la visualizzazione si protrae per un periodo di tempo troppo lungo. Il problema invece non si presenta per chi usa libri cartacei, con la possibilità di utilizzare una luce ambientale più o meno intensa a proprio piacimento. Ebbene, da oggi arrivano per chi legge da smartphone e tablet buone notizie.

Come riportato dal sito statunitense TechCrunch è in arrivo un’importante novità sull’applicazione Google Play Books per iOS e Android, con Big G che vuole simulare in maniera più fedele possibile alla realtà la lettura dei libri cartacei incoraggiando l’utilizzo dei dispositivi elettronici evitandone i problemi, tramite una nuova funziona chiamata Night Light, letteralmente traducibile come Luce Notturna. Questa, mentre il buio cala e la luce si ritira, filtra gradualmente la luce blu dallo schermo per rendere lo scorrere delle pagine più confortevole.

Google ha commentato la nuova feature affermando come questa introduca la normale luminosità con una retroilluminazione calda ed ambrata quando la luce del sole lascia spazio al buio notturno, adattando il tutto in maniera automatica a seconda del trascorrere della giornata e fornendo all’utente la migliore regolazione per la lettura notturna. La funzionalità è attualmente in distribuzione su Google Play Books per iOS ed Android, perciò sarà sufficiente aggiornare le suddette applicazioni per ottenerla. Una volta aperta l’app si visualizzerà una finestra che chiederà se si desidera attivare Night Light come automatica.