Il 4 ottobre, Google potrebbe presentare Andromeda, un sistema operativo nato dalla fusione tra Android e ChromeOS in grado di poter funzionare su tutti i dispositivi anche se espressamente pensato per tablet pc e computer. Accanto ad Andromeda, Big G starebbe sviluppando il primo dispositivo che potrebbe implementare questa rivoluzionaria piattaforma software, il Pixel 3. Il nome i codice, in realtà, sarebbe Bision ma le indiscrezioni sottolineano come il nome ufficiale potrebbe essere, appunto, Pixel 3. Il debutto, però, non sarebbe imminente. Questo interessante prodotto non sarebbe commercializzato se non prima del Q3 2017, cioè tra circa un anno.

Pixel 3 dovrebbe essere un laptop dotato di un profilo ultrasottile e di uno schermo touch da 12.3 pollici. Nelle intenzioni di Google, Pixel 3 dovrebbe essere una sorta di computer convertibile ibrido. Non è, tuttavia, chiaro se la tastiera potrà essere scollegata o se rimarrà collegata sempre allo schermo. Per quanto riguarda le altre specifiche tecniche, le indiscrezioni parlano di un processore Intel m3 o Core i5, 8 o 16 GB di RAM e 32 o 128 GB di spazio per l’archiviazione dei dati.

Dovrebbero essere presenti anche un lettore per le impronte digitali, due porte USB Type-C, un jack da 3,5 mm e tutto quanto non può mancare su un prodotto di questa fascia di mercato. Il prezzo della versione base dovrebbe aggirarsi sui 799 dollari.

Difficile che Google presenti Pixel 3 il prossimo 4 ottobre ma se davvero annuncerà al mondo Andromeda, un accenno ai primi dispositivi potrebbe anche essere fatto. Il keynote del 4 ottobre, dunque, si preannuncia davvero estremamente significativo.