Google Photos raggrupperà automaticamente le foto scattate in album, togliendo all’utente la “fatica” di selezionarle manualmente: è questa la nuova, grande, funzione implementata nell’applicazione, disponibile sul web e per dispositivi mobili.

Google ha considerato la mole di foto scattate durante un viaggio o una vacanza, foto che molto spesso rimangono senza una “classificazione”, senza un album che le contenga tutte. Google Photos analizzerà dunque i metadati delle immagini scattate dall’utente – come la localizzazione e la data – raggruppandole in smart-album e suggerendo all’utente la sua creazione.

In questo modo Photos creerà una cartella personalizzata su un determinato viaggio, ad esempio, includendo una piccola mappa ed il titolo dell’album, organizzando automaticamente tutte le foto ed i video ripresi durante la vacanza, permettendo inoltre l’aggiunta di didascalie e abilitare le collaborazioni con gli amici.

La nuova funzione di Google Photos è pensata per semplificare la gestione delle immagini, per permettere all’utente di organizzare in modo smart le innumerevoli quantità di scatti effettuati con i propri smartphone, ed è già disponibile sul web e per le applicazione Android e iOS.

Google ne spiega il suo funzionamento in un video introduttivo, proprio sul suo canale Youtube dedicato.