L’assistente vocale di Google continua a ricevere miglioramenti. Nella giornata di oggi, il colosso di Mountain View ha infatti fatto sapere che Google Now si arricchisce della funzione di comando vocale geo-contestuale.

Cosa significa “geo-contestuale”? Se un utente si trova, ad esempio, in un quartiere o in una cittaà, basterà rivolgersi a Google Now con la frase “Quale è il numero di telefono di nomelocale?” e l’assistente vocale provvederà immediatamente a fornire l’informazione richiesta. Fin qui nulla di nuovo, se non fosse che con la feature di ricerca geo-contestuale Now non suggerisce semplicemente un locale, ma quello che si trova più vicino all’utente.

Altra novità interessante introdotta riguarda il fatto che rivolgendosi a Google Now con la richiesta “Ok Google, come si chiama questo museo?” oppure “Quando è stato costruito questo edificio?”, l’assistente vocale offrirà tutte le informazioni del caso, riconoscendo il luogo menzionato grazie, appunto, alla nuova funzione. Seppur Google non lo abbia specificato espressamente, è molto probabile che questa nuova funzione si avvalga del modulo GPS degli smartphone (che quindi deve essere abilitato) per riconoscere posizione di utente e luoghi.

Dopo l’integrazione delle informazioni sui parcheggi e i luoghi di interesse nelle vicinanze, questa nuova feature amplia in maniera importante e sempre più “a misura di uomo” l’esperienza di Google Now, capace ora di interagire con il mondo circostante come se fosse una sorta di “realtà aumentata vocale”