Durante il Google Nexus Event, l’azienda di Mountain View ha svelato al mondo intero i nuovi Nexus 5X e Nexus 6P, il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow, Chromecast 2 ed il nuovo tablet ibrido Pixel C. Non solo, l’evento di Google ha mostrato alcuni nuovi servizi come Google Play Musica e Foto. Andiamo a scoprire tutte le novità del Google Nexus Event 2015.

Nexus 5X

Google Nexus 5X

Nexus 5X è il diretto successore di Nexus 5, uno dei migliori smartphone fino ad oggi presenti sul mercato. Il Nexus 5X, come già anticipato dai rumors, integra un display da 5,2 pollici con risoluzione Full HD a 424ppi, processore Snapdragon 808 a 64-bit il tutto accompagnato da 2GB di memoria RAM. Il nuovo dispositivo di Google è dotato di fotocamera posteriore da 12,3 megapixel, mentre quella anteriore offre un sensore con risoluzione pari a 5 megapixel. Infine, non mancano il sensore per la scansione delle impronte digitali e l’ingresso USB Type-C.

Per quanto riguarda il prezzo, Nexus 5X sarà disponibile negli USA a partire da 379 dollari per il modello da 16GB e 429 dollari per la versione da 32GB. In Italia, invece, Nexus 5X verrà venduto a partire da 479 euro.

Nexus 6P

Google Nexus 5P

Nexus 6P è il tanto atteso phablet della famiglia Nexus realizzato da Huawei. Dotato di display da 5.7 pollici AMOLED con risoluzione Quad-HD e densità pixel pari a 518ppi, Nexus 6P è un dispositivo estremamente interesante. Non a caso, all’interno della scocca troviamo il processore Snapdragon 810, una batteria da 3450 mAh, 3GB di memoria RAM, fotocamera posteriore da 12,3 megapixel e fotocamera anteriore da 8 megapixel.

Per quanto riguarda il prezzo, Nexus 6P sarà disponibile in tagli da 32, 64 e 128 GB rispettivamente a 499, 549 e 649 dollari. In Italia, invece, il prezzo per la versione da 32GB partirà da 699 euro.

Android Marshmallow

Android Marshmallow

Google ha presentato il nuovo Android 6.0 Marshmallow, sistema operativo che a livello estetico è identico ad Android Lollipop, ma nasconde molte novità sotto la scocca. La prima funzionalità è Now on Tap, un miglioramento importante rispetto a Google Now che consente di richiamare Google all’interno di una qualsiasi app.

Inoltre, all’interno di Android Marshmallow troviamo anche Android Pay, sistema di pagamento che va a sfidare Apple Pay e sfrutterà i sensori di impronte digitali sui nuovi Nexus 5X e Nexus 6P, grazie alle nuove API native.

Non solo, Android Marshmallow integra il supporto a USB Type-C, ingresso già presente sui nuovi smartphone Nexus, ed offre un rinnovato sistema di backup, con il quale sarà possibile salvare ancle le impostazioni di ogni app con limite fino a 25 MB.

Chromecast 2

Google Chromecast 2

Chromecast 2 è già disponibile per l’acquisto e permette di trasmettere i contenuti da un dispositivo verso il televisore di casa. Il nuovo Chromecast 2 offre compatibilità con iPhone, iPad, dispositivi Android e con i notebook Chromebook, Mac e Windows.

Chromecast 2, inoltre, offre un’alta risoluzione video con buffering basso visto il supporto al Wi-Fi 2,4/5 GHz e un’antenna adattiva integrata. Anche lo streaming avverrà in modo più fluido, visto che quest’ultimo avverrà direttamente dal cloud. Ricordiamo, infine, che Chromecast 2 è già disponibile in Italia al prezzo di 39 euro.

Chromecast Audio

Chromecast Audio

Chromecast Audio è il nuovo dispositivo di Google che permette di trasmettere la musica da smartphone, tablet e notebook direttamente agli altoparlanti. Questo nuovo dispositivo offre un design simile a quello di Chromecast 2, ma come è possibile comprendere le funzionalità offerte sono ben diverse.

Chromecast Audio è compatibile con le tue app preferite, come Deezer, TuneIn Radio e Google Play Musica. In questo modo, è possibile avere a portata di click milioni di canzoni, podcast e stazioni radio.

Pixel C

Google Pixel C

Google ha presentato anche Pixel C, un tablet 2-in–1 dotato di schermo da 10,2 pollici, dotato di tastiera venduta separatamente, che punta a contrastare il Surface di Microsoft e l’iPad Pro di Apple. Sul fronte delle specifiche tecniche, Pixel C ha un display dotato di risoluzione pari a 2560×1800 pixel con 500 nits di luminosità e densità pixel pari a 308 ppi. All’interno della scocca troviamo il processore NVIDIA X1 quad-core, affiancato da GPU Maxwell e 3GB di memoria RAM.

Per quanto riguarda il sistema operativo, Google Pixel C non è basato su ChromeOS ma sul sistema operativo Android 6.0 Marshmallow. Il prezzo ufficiale di Pixel C, nella variante da 32GB, è pari a 499 dollari, mentre la tastiera magnetica Bluetooth viene venduta a 149 dollari.

Google Play Music e servizi Foto

Per quanto riguarda il settore della musica in streaming, Google ha annunciato un nuovo abbonamento familiare per Google Play Music. Prima disponibile negli Stati Uniti e successivamente negli altri paesi, l’abbonamento di Google Play Music permetterà di utilizzare 6 dispositivi per un canone mensile pari a 14,99 dollari.

Infine, per quanto riguarda l’app foto, Google ha introdotto il supporto agli album condivisi, in arrivo entro la fine dell’anno sia su dispositivi iOS che su Android. In questo modo, utilizzando la condivisione degli album, amici e parenti potranno gestire facilmente le fotografie presenti sul cloud di BigG. Non manca la possibilità di inserire nuove etichette per le foto riguardanti le persone e, in questo modo, sarà possibile ritrovare le foto tramite l’apposita barra di ricerca.