Da tre anni, ormai, anche in Cina è attivo il servizio di Google Music gestito tramite un’etichetta che risponde al nome di Whale Music. Eppure non sembra che le cose siano andate come dovevano, mancano i profitti e si chiudono i battenti di questa attività. 

Dopo tre anni di onorato servizio, dunque, la versione asiatica del servizio di Google, ha deciso di abbandonare Pechino ma non ci sono stati screzi con le autorità cinesi, sia ben chiaro.

Sul blog ufficiale di Google China è stato pubblicato un post che spiega come a tre anni dall’avvio del servizio Whale Music di Mountain View, non siano stati ottenuti i risultati economici preventivati. Quindi, com’è facile intuire, questo ramo di business chiude i battenti.

Il servizio Google.cn/music non ha più ragione di esistere e quindi sarà spento a partire dal 19 ottobre prossimo. Gli utenti potranno comunque salvare e scaricare tutte le loro playlist, oppure esportarle in un formato compatibile con altri sistemi di fruizione musicale.

Sembra che il servizio non sia mai decollato per via dell’ampia diffusione della pirateria musicale. L’azienda di Mountain View ha ribadito che comunque nessun dipendente perderà il suo posto di lavoro perché le energie saranno concentrati su progetti maggiormente remunerativi.