L’applicazione Google Maps per iOS si aggiorna ed introduce la possibilità di monitorare i tempi di percorrenza. Si tratta di un widget che permette, di fatto, di controllare in ogni momento il traffico sulle singole tratte più importante e più usate dagli utenti.

Negli anni, Apple Maps è notevolmente migliorato, ma per quanto riguarda il mondo iOS, Google Maps è la soluzione di navigazione satellitare preferita dagli utenti. Adesso, grazie all’ultimo aggiornamento, viene introdotta una novità estremamente interessante, ovvero i tempi di percorrenza. Quest’ultima funzione è un vero e proprio widget che permette di monitorare, in ogni singolo secondo, le condizioni del traffico nelle tratte più frequentate dagli utenti.

Ma come funzionano i tempi di percorrenza? Impostando l’indirizzo di casa e di lavoro, ad esempio, è possibile mantenere sempre sott’occhio la durata del viaggio, in modo tale da comprendere i tempi di percorrenza. Non solo, è possibile ottenere una stima anche con i mezzi di trasporto pubblico, in base a specifiche esigenze.

Per abilitare la funzione riguardante i tempi di percorrenza basta abilitare il widget all’interno della schermata Centro notifiche, nella sezione Oggi, premendo sul pulsante Modifica in basso e selezionare la voce Tempi di percorrenza e, successivamente, premere su Fine. Adesso, il widget apparirà all’interno della propria lista nel Centro Notifiche.

Ricordiamo, inoltre, che la nuova versione di Google Maps per iOS (4.18.0) ha introdotto nuove impostazioni e funzioni di minor rilievo. Con l’ultima versione è possibile condividere le indicazioni stradali con i contatti e gestire nel miglior modo le impostazioni della modalità notturna e delle unità di misura. Infine, sono stati corretti alcuni bug riscontrati nella precedente release.

Quindi, se siete interessati a sfruttare le funzionalità offerte dall’ultima versione di Google Maps per iOS, vi suggeriamo di scaricarla gratuitamente entrando all’interno dell’App Store di Apple o aggiornare la versione presente sul vostro iPhone, iPad o iPod Touch.